Cerca
Close this search box.

Assertività: scopri il significato e 5 tecniche per migliorare la tua comunicazione

assertività charlie fantechi

Sei in grado di essere fermo con gli altri? Riesci ad esprimere la tua opinione e di parlare in modo chiaro e diretto? Ti assumi la responsabilità dei tuoi errori? In poche parole, sei sufficientemente assertivo?

Il bisogno di comunicare è essenziale come quello di respirare. La comunicazione tra gli esseri umani è una parte vitale dell’attività umana.

Per superare i problemi di comunicazione, il modo migliore per comunicare efficacemente è adottare un atteggiamento assertivo nei confronti degli altri. Altrimenti, le relazioni rischiano di essere inefficaci.

Ma cominciamo dall’inizio.

Cos’è l’assertività

L’assertività consente di trovare modi efficaci per difendere sé stessi e gli altri, soprattutto in situazioni difficili o conflittuali. È caratterizzata da una comunicazione chiara, rispettosa e sicura.

Quando si è assertivi si esprimono i propri sentimenti, pensieri e opinioni in modo aperto e diretto, senza violare i diritti degli altri. L‘assertività è la via di mezzo tra gli estremi dell’aggressività e della passività. È un impegno ad agire basato sul valore profondo della cura.

Essere assertivi significa considerare la sicurezza, i limiti e le esigenze di tutti: tue e degli altri. È  un comportamento consapevole che comprende i principi di responsabilità, non giudizio e compassione.

Ascoltando in modo empatico le esigenze degli altri e coltivando il dialogo e la cooperazione reciproci, si impara ad agire con un senso di forza, giustizia, attenzione e autenticità, apprezzando le stesse qualità negli altri. Se sei assertivo parli e agisci in un modo che integra risolutezza e rispetto.

Per esempio, supponiamo che il tuo capo abbia criticato un tuo progetto davanti ai tuoi colleghi. È comprensibile che tu sia in collera, ma puoi agire in vari modi. All’estremità passiva dello spettro, potresti tacere e rimuginare sui tuoi pensieri risentiti, magari sfogandoti con un collega dopo.

All’estremo aggressivo, potresti dire al tuo capo che si sta comportando come un idiota e che non deve osare mai più parlarti in questo modo davanti agli altri.

La risposta assertiva, invece, potrebbe essere attendere di essere da solo con lui e poi spiegare serenamente che quando ha detto che la qualità del tuo lavoro era inaccettabile senza dare spiegazioni, davanti agli altri, è stato doloroso e che vorresti sapere nello specifico come puoi migliorare il tuo lavoro, sperando che in futuro affronterete certe questioni in modo produttivo.

Quando si agisce in modo assertivo, non si nascondono le proprie opinioni o si minimizzano i propri sentimenti, ma si decide consapevolmente di condividerli in modo da favorire la pace e l’armonia. Ciò significa sforzarsi di esprimere chiaramente le proprie esigenze senza vincitori né vinti.

Quando ci sentiamo stressati, frustrati o arrabbiati, è naturale voler reagire, incolpare e far soffrire l’altro. A un certo livello, speriamo che, attraverso la punizione, si ponga fine al comportamento che ci ha ferito. Speriamo che la “lezione” sia abbastanza forte da far sì che l’altra persona non faccia mai più ciò che ci ha ferito.

Tuttavia, l’aggressività non è un buon motivatore. Il tentativo di controllare un’altra persona può sembrare uno scenario vincente, ma alla fine è perdente. Non funziona. È attraverso l’influenza, non l’aggressione o il controllo, che si arriva a soluzioni vantaggiose per tutti. Questo tipo di comportamento consapevole promuove la pace, l’armonia e l’unità.

Mancare di assertività: cosa significa e cosa comporta

La mancanza di assertività si riferisce alla difficoltà o all’esitazione nell’esprimere le proprie opinioni, esigenze o desideri in modo chiaro, sicuro e rispettoso.

Le persone che lottano con l’assertività possono trovarsi a evitare i conflitti, ad assecondare i desideri degli altri anche quando non sono d’accordo, o ad avere difficoltà a farsi valere.

Possono anche sperimentare critiche, ansia e passività. In casi estremi, possono diventare degli “zerbini emotivi” e perdere completamente di vista ciò che vogliono nella vita.

Alcune delle ragioni per cui gli individui possono mostrare una mancanza di comportamento assertivo sono la bassa autostima, la paura del conflitto, il desiderio di approvazione, la mancanza di capacità di comunicazione, le influenze culturali, l’ansia, le esperienze negative passate e la limitata consapevolezza di sé.

Se non riesci ad essere assertivo, probabilmente hai una serie di ragioni per essere passivo o aggressivo. Può trattarsi della paura del confronto o della mancanza di fiducia in te stesso. Tuttavia, l’atteggiamento passivo e quello aggressivo presentano potenziali insidie che potrebbero ostacolare il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Ecco alcuni svantaggi che le persone non assertive devono affrontare:

  • Perdita di opportunità. Senza assertività si perde il 100% delle opportunità per le quali non ci si fa avanti. Può trattarsi di un’opportunità banale come due biglietti gratis per un evento, o importante come una promozione sul lavoro.
  • Aumento dei livelli di stress. Le persone che non sono assertive hanno maggiori probabilità di subire un aumento dei livelli di stress perché manifestano scarse capacità di comunicazione: sia essere compiacenti che reagire in modo aggressivo è uno sforzo costante.
  • Riduzione dell’autostima: Assertività e autostima si alimentano a vicenda (lo vedremo più avanti).
Assertività: scopri il significato e 5 tecniche per migliorare la tua comunicazione

L’importanza di praticare una comunicazione più assertiva

In qualche misura, tutti abbiamo bisogno di influenzare gli altri, il ché rende l’assertività un’abilità comunicativa fondamentale. Quando si è sufficientemente assertivi, ci si sforza di stabilire confini sani e di assumersi la responsabilità personale dei propri sentimenti, pensieri e azioni.

Ma, come per molte cose importanti della vita, può essere difficile passare dalla teoria alla pratica. La chiave è l’apprendimento di alcune abilità.

L’assertività è un vero e proprio potere e si manifesta con una comunicazione e un comportamento sani che ti “allineano” con la persona che vorresti essere.

Quando utilizzi l’assertività in modo elegante, dai potere non solo a te stesso ma anche alle persone con cui si interagisci, promuovendo così un ambiente vantaggioso per tutti. Inoltre migliori drasticamente il tuo benessere, perché aumenti il tuo valore e influenzi gli altri per ottenere risultati positivi.

La maggior parte delle persone, inoltre, risponde con più calma all’assertività che all’aggressività, ma anche alla passività.

Quando sei assertivo su ciò che vuoi affermi il tuo diritto di volerlo, anche se ci dovessero essere poche possibilità di ottenerlo.

Quando comprendi il tuo diritto di essere ciò che sei e di chiedere ciò di cui hai bisogno, e allo stesso tempo sei flessibili nelle tue aspettative su ciò che otterrai, sei in grado di essere vero e autentico e meno attaccato al risultato. L’assertività costruisce e mantiene i confini, la resilienza e la fiducia.

Assertività e autostima: quale collegamento?

Assertività e autostima hanno una relazione positiva e significativa. Gli studi hanno dimostrato che livelli più elevati di autostima sono associati a livelli più elevati di assertività.

In particolare, le ricerche evidenziano che rafforzare l’autostima ha un effetto positivo sull’assertività dei bambini in età scolare, il ché può avere implicazioni positive per il loro benessere sociale ed emotivo.

Il motivo è semplice: comunicando apertamente e onestamente i propri sentimenti, si è in grado di far valere i propri diritti, e questo rafforza in modo naturale e automatico l’autostima e la fiducia in se stessi.

Altri 4 vantaggi di essere più assertivi

L’assertività è uno dei metodi di comunicazione più efficaci. Ma l’aumento dell’autostima è solo uno dei benefici che puoi ottenere diventando più assertivo. Ce ne sono altri.

  • Miglioramento della comunicazione. Essere assertivo ti dà maggiori possibilità di trasmettere con successo il tuo messaggio agli altri. Se risulti troppo aggressivo è molto più probabile che il senso di ciò che dici venga perso dagli altri che, piuttosto, risponderanno, invece alla tua aggressività.

    Allo stesso modo, se sei troppo passivo è probabile che il tuo messaggio venga frainteso perché non sei del tutto onesto su ciò che vuoi o intendi.
  • Ottenimento del rispetto degli altri. Essere trasparenti e fermi nella comunicazione con gli altri ti fa guadagnare il loro rispetto. Anche in situazioni in cui sei su posizioni opposte rispetto agli altri, se sei assertivo, esprimendo le tue convinzioni, loro rispetteranno la tua posizione.

    Le persone passive, invece, generalmente, non ottengono rispetto, mentre gli atteggiamenti aggressivi generano soltanto liti e contrapposizioni che non portano a nulla di buono.
  • Miglioramento delle relazioni. Le relazioni che si basano su una comunicazione assertiva si fondano, in genere, sulla fiducia e sul rispetto reciproco (vedi sopra), che risultano fondamentali in qualsiasi relazione, sia personale che di lavoro.

    Essere onesto e comunicare in modo diretto può aiutarti a eliminare dalle tue relazioni i risentimenti dovuti a esigenze non soddisfatte.
  • Riduzione dello stress. Accettare impegni aggiuntivi e mettere in secondo piano le proprie esigenze, per compiacere gli altri, come fanno le persone passive, può comportare una notevole quantità di stress per la mente e il corpo.

    Essere più assertivi può, inizialmente, creare qualche disagio, ma portando a soluzioni migliori per entrambe le parti, conduce a una riduzione dei livelli di stress e dei conflitti interpersonali.
assertività

Tecniche per diventare più migliorare l’assertività

Se stai cercando di migliorare le tue capacità comunicative, la formazione sulle abilità collegate all’assertività è un ottimo punto di partenza. Anche se l’apprendimento di alcune di queste nuove abilità può richiedere del tempo, i risultati ne valgono la pena.

Se non sai da dove cominciare, il confronto con uno psicologo può essere un’ottima idea. Tuttavia puoi iniziare leggendo qualche consiglio per sviluppare e padroneggiare le tecniche di formazione all’assertività, che possono aiutarti a sentirti più sicuro di te stesso.

Insomma se stai riscontrando delle difficoltà nell’affermarti, la buona notizia è che ci sono molti modi per cambiare questa situazione. Essere assertivo è un tratto caratteriale che può essere appreso e affinato. Ecco alcuni modi in cui puoi farlo.

  • Imparare a dire di no. Uno dei principali tratti caratteriali delle persone non assertive è che spesso faticano a dire di no agli altri, anche quando i loro limiti vengono violati. Imparare a dire no in modo rispettoso ma fermo, invece, aiuta a comunicare e a mantenere i propri confini con le persone.

    Quando dici di no, ricorda, inoltre, che non sempre è necessario dare una spiegazione. È sufficiente dire: “No, non sono in grado di soddisfare questa richiesta” o “No, non posso trovare il tempo per farlo in questo momento”.

    Alcune ricerche dimostrano che imparare a dire semplicemente di no può aumentare l’assertività di una persona e addirittura migliorare la propria salute mentale.
  • Inizia dalle piccole cose. Essere assertivo nella vita di tutti i giorni ti porterà a diventare una persona naturalmente assertiva. La prospettiva di diventare improvvisamente una persona schietta può essere scoraggiante, quindi inizia dalle piccole cose.

    Qualche esempio? Parlare chiaro con il cameriere che ha sbagliato la tua ordinazione oppure richiamare l’attenzione di una persona che per distrazione non ha risposto al tuo saluto. Insomma comunica in modo educato ma deciso gli inconvenienti che normalmente trascureresti.

    Se lo fai con costanza, diventerai naturalmente assertivo giorno dopo giorno.
  • Fare pratica. L’assertività è un’abilità che può essere utile in tutte le comunicazioni, anche con amici, genitori o con il partner.

    Se stai ancora imparando a essere più assertivo per un motivo particolare, ad esempio per essere più considerato sul luogo di lavoro, dovresti mettere in pratica le abilità che affinano l’assertività anche in altri ambienti, quando non sei al lavoro, come a casa oppure tra amici, perché è tutta una questione di abitudine.
  • Prendere nota. Tenere un diario, ad esempio, potrebbe permetterti di capire meglio come pensi e ti comporti in determinate situazioni. Molte persone non assertive non si rendono nemmeno conto di esserlo.

    Provano frustrazione nel comunicare i propri desideri e bisogni, ma non si rendono conto del perché. Quando si scrive un diario con l’obiettivo finale di aumentare l’assertività, si dovrebbe cercare di rispondere a domande quali:

    Ho difficoltà a parlare con persone che occupano posizioni superiori?
    Sono in grado di comunicare disappunto o insoddisfazione?
    Le persone mi sentono quando parlo e rispondono di conseguenza?
  • Parlare con un professionista. Come suddetto, in alcuni casi, potrebbe esserci una ragione di fondo per la tua passività. Potrebbe trattarsi di ansia, paura o di una condizione di salute mentale. Uno psicologo qualificato può aiutarti a scoprire la causa principale e fornirti gli strumenti per gestirla.
  • Usare il linguaggio del corpo. Il linguaggio del corpo è universale. Con il corpo si possono comunicare molte parole non dette. Quando parli, cerca di stare in piedi a testa alta e mantieni il contatto visivo con l’interlocutore per comunicare sicurezza e fiducia in te stesso.
DR.-FANTECHI---Psicologo,-Psicoterapeuta-Ipnotista

MINDSET VINCENTE

Sblocca il tuo Mindset Vincente in soli 21 giorni grazie al Potere dell’Ipnosi

ARTICOLI PIU' LETTI